Queste piccole insidie che arrivano allo Stadium

Non c’è nessuna gara più difficile dei testa coda, anche se il Palermo non è ultimo in classifica, fa parte del terzetto che probabilmente andrà in serie B questa stagione. Non hanno nulla da perdere, vogliono venire allo Stadium a giocarsela a viso aperto, Lopez sa benissimo che è inutile chiudersi a riccio e pensare solo ed esclusivamente a difendersi a Torino. Perderebbe ugualmente. E la Juventus non potrà non avere in testa la gara di mercoledì contro il Porto ad Oporto. Una trasferta difficile, fondamentale per il cammino in Champions, da non sbagliare. Ecco perchè la insidie contro le piccole sono sempre dietro l’angolo. Non dovrebbero esserci problemi, si gioca in casa, all’andata fu comunque tostissima a Palermo, un autogol dei siciliani su un tiro sbilenco di Alves (ricordate?) ma allo Stadium col calore consueto del pubblico, questa sera l’unica cosa che conta è la vittoria! Poi ritornerà quella musichetta che tanto ci piace e che tanto maledetta è per noi. Ma di questo ci sarà tempo per parlarne.

Juventus, Serie A , , ,

Informazioni su Furiadicheb

Nato nel 1985 in una italia ancora lontana dalla crisi del 2000, vissuto, per fortuna, lontano da tutte le tecnologie per 15 anni, purtroppo poi hanno invaso anche me e la mia vita. Ora mi ritrovo in questo sistema, marcio, obsoleto, da cui è impossibile liberarsi, quindi cerco di parteciparvi al meglio. Juventino di fede. Nessuna fede politica e religiosa. Ancora alla ricerca di me stesso, chissà se mai lo troverò. Ho valori importanti che non mi servono a nulla. Lavoro ma giusto per guadagnare qualcosa. Credo nell'amore, quello vero, sincero, appassionato, antico, non quello di oggi. Solo l'amore può salvarci. Nient'altro. Adoro gli animali, sono migliori di noi. Meriterebbero di stare da soli e in santa pace su questa pianeta, senza la presenza del virus umanoide che lo sta distruggendo.

Precedente In Champions con la nuova mentalità! Successivo I cali di tensione non sono di casa alla Juventus