Quali sono gli obbiettivi di questa Juventus?

Champions League : Juventus – Lione. Nulla di sorprendente. La solita Juve deludente sul piano del gioco e della personalità. Piano piano anche in squadra e in società si stanno rendendo conto che c’è qualcosa che non va. Una Ferrari in mano ad un neopatentato. Ieri ho ascoltato nel post gara alcune dichiarazioni di Allegri: allucinanti. Cose del tipo “Nel secondo tempo dovevamo gestire meglio la palla, non c’è nessuna vergogna a gestire la partita senza tirare mai in porta nel secondo tempo”, “Non è vero che giochiamo male”, “Ci sta l’errore sul gol subito ma non ci sta poi rischiare al 93esimo di subire un altro gol”, “I ragazzi stanno giocando tanto e sono stanchi”.

Delirante.

Io spero vivamente siano dichiarazioni di facciata ma che in realtà sappia benissimo che tante cose non vanno questa stagione. Perchè non è minimamente pensabile che in Champions League vai con l’idea di gestire un risicato vantaggio conquistato il più delle volte grazie ad errori avversari e non per tue giocate. Nei tornei di coppa bisogna prima cosa segnare tanto e poi magari sul 3-0 pensare di gestire. Ma tutto questo alla Juve non è nuovo. Siamo al solito disco che suona e risuona ogni stagione. Trattiamo la Champions League come fosse il campionato. Questi ragazzi sono davvero forti, la squadra anche se a centrocampo manca qualcosa, è forte davvero. I ricambi sono di alto livello come poche squadre in Europa possono permettersi. Eppure la squadra latita nel gioco e nella personalità. Perchè dare la colpa solo al gioco è anche lo stesso da matti. Ci sono stati dei momenti in cui la squadra ha sbandato davvero tanto, parlo di fine prima tempo quando Mandzukic è uscito per infortunio e han dovuto giocare per qualche minuto con un giocatore in meno, parlo degli ultimi 15 minuti di gara in cui tutti erano sulle gambe (inspiegabilmente). Il Lione correva e loro erano fisicamente a terra. Poi arriva il solito errore su calcio piazzato (altro segnale di mancanza di lucidità) e tutto si complica. La squadra va in confusione mentale e rischia l’imbarcata che non arriva solamente per evidenza inferiorità tecnica avversaria.

Questi sono sintomi importanti che non possono essere sottovalutati dicendo “Dobbiamo essere pronti a Marzo”. Che senso ha una frase del genere? Se non fosse per Cuadrado o per Buffon oggi ci ritrovavamo il Lione appiccicato addosso e dovevamo rischiare di brutto per sperare di arrivare agli ottavi dovendo andare a giocare a Siviglia. Se non ci fossero stati due regali di Ghoulam contro il Napoli non sarebbe andata come è andata. Non ha senso parlare di Marzo e sperare di andare avanti a forza di fortuna nei mesi precedenti.

Se l’obbiettivo di questa Juventus è il sesto scudetto consecutivo, allora Chapeau, stanno andando alla grande le cose, se invece l’obbiettivo era crescere in Champions, beh, per ora direi che tra mancanza di gioco e personalità siamo vicini al fallimento totale.

Si ok il carro a maggio e bla bla bla bla bla …..

Blog - Diario di Borbo, Champions League, Juventus , , ,

Informazioni su Furiadicheb

Nato nel 1985 in una italia ancora lontana dalla crisi del 2000, vissuto, per fortuna, lontano da tutte le tecnologie per 15 anni, purtroppo poi hanno invaso anche me e la mia vita. Ora mi ritrovo in questo sistema, marcio, obsoleto, da cui è impossibile liberarsi, quindi cerco di parteciparvi al meglio. Juventino di fede. Nessuna fede politica e religiosa. Ancora alla ricerca di me stesso, chissà se mai lo troverò. Ho valori importanti che non mi servono a nulla. Lavoro ma giusto per guadagnare qualcosa. Credo nell'amore, quello vero, sincero, appassionato, antico, non quello di oggi. Solo l'amore può salvarci. Nient'altro. Adoro gli animali, sono migliori di noi. Meriterebbero di stare da soli e in santa pace su questa pianeta, senza la presenza del virus umanoide che lo sta distruggendo.

Precedente Un tifoso del Napoli non potrà mai capire..... Successivo Ecco perchè faccio a bene a non finanziare la Gazzetta dello sport.