I caratteri predisposti a malattie della pelle come la psoriasi.

pelle

Un interessante articolo di una psichiatra americana esperta in psicosomatica.

Dice Flanders Dundar, psichiatra, pioniera americana della psicosomatica (1902-1059): « I disturbi cutanei sono generalmente legati al desiderio di amore: il conflitto profondo è tra il desiderio di essere amati e la paura di venirne feriti ».
« Sono persone che oscillano tra la tendenza ad andare verso gli altri e quella a rifuggirne: da un lato desiderano intensamente un contatto epidermico tenero e affettuoso fatto anche di abbracci e di carezze e dall’altro una memoria antica di dolorosi rifiuti li mette in guardia dall’avvicinarsi troppo. La disaffezione materna li ha così completamente avvolti, che in un certo senso il loro corpo ne è coperto e la loro pelle è la parte più immediatamente colpita».

« I pazienti che soffrono di disturbi della pelle reagiscono nella vita adulta con lo sviluppo di un comportamento teso a ricercare l’approvazione degli altri. In certi casi cercano di adeguarsi a un conformismo meticoloso e di mostrarsi molto responsabili e affidabili e in altri casi si impegnano soprattutto a misurarsi con gli altri: sono persone orientate verso gli sport competitivi piuttosto che gli interessi culturali, amano vincere le gare e ottenere riconoscimenti diretti, anche in senso metaforico tramite i successi professionali ».

«L’adattamento sessuale sembra superficialmente buono, ma le donne sono inclini a ritardare il più possibile i rapporti sessuali completi e gli uomini a tenere numerose relazioni superficiali, sostenendo di non trovare mai la donna giusta con cui impegnarsi».
«L’esordio dei disturbi della pelle è generalmente legato alla perdita di qualcosa a cui erano particolarmente legati»

L’importanza delle prime manipolazioni come messaggio affettivo che comunica al bambino i sentimenti e le emozioni della madre verso di lui è stata confermata da moltissimi autori. Studi di Renè Spitz su neonati orfani, ospedalizzati nel primo anno di vita, indicavano nell’ assenza di contatto fisico la causa del fatto che il 60% dei bambini moriva prima dei due anni, anche se era stata ben curata e accudita dal punto di vista igienico e alimentare. E parlando di psoriasi da stress hanno indicato nella cattiva manipolazione infantile il fattore determinante di quel vissuto di frustrazione connesso alla pelle, che si ritrova in tutti i pazienti affetti da dermatite in generale.

Fonte

E’ ovvio che queste parole non siano e non diano soluzioni a queste malattie come la psoriasi ma è importante magari apprezzarmi il fascino simbolico di un sempre più bisogno di contatto che l’essere umano necessita, sin dalla nascita.

 

Psoriasi

Informazioni su Furiadicheb

Nato nel 1985 in una italia ancora lontana dalla crisi del 2000, vissuto, per fortuna, lontano da tutte le tecnologie per 15 anni, purtroppo poi hanno invaso anche me e la mia vita. Ora mi ritrovo in questo sistema, marcio, obsoleto, da cui è impossibile liberarsi, quindi cerco di parteciparvi al meglio. Juventino di fede. Nessuna fede politica e religiosa. Ancora alla ricerca di me stesso, chissà se mai lo troverò. Ho valori importanti che non mi servono a nulla. Lavoro ma giusto per guadagnare qualcosa. Credo nell'amore, quello vero, sincero, appassionato, antico, non quello di oggi. Solo l'amore può salvarci. Nient'altro. Adoro gli animali, sono migliori di noi. Meriterebbero di stare da soli e in santa pace su questa pianeta, senza la presenza del virus umanoide che lo sta distruggendo.

Precedente Mongeresen, il nuovo farmaco sperimentato in Italia per il Morbo Di Crohn: FUNZIONA Successivo Secukinumab un nuova terapia per la Psoriasi. Le Nuove frontiere delle terapie mirate.