I cali di tensione non sono di casa alla Juventus

È inutile. Se vogliamo trovare un difetto importante alla Juve 2017, è questo: il famigerato calo di tensione. Passaggi totalmente sbagliati anche a distanza di due metri, falli evitabili, distrazioni difensive. Ecco la Juve che diventa una squadretta quando abbassa la tensione emotiva. Come se non riuscisse a vivere senza avere una motivazione o pressione importante. Ieri, non inganni il 4-1, è stata davvero una brutta Juve. Il Palermo è una squadra di serie B. Improponibile allo Stadium contro la vecchia signora. Eppure ha creato più occasioni dell’inter. Questo vuole dire che i bianconeri hanno approcciato male la gara con presunzione e troppa arroganza. A quel punto diventi prevedibile anche per una squadra di basso livello tecnico. Il primo gol è arrivato su una disattenzione palermitana, Higuain coglie impreparata la difesa è Marchisio chiude in rete il rimpallo. Poi la punizione di Dybala e la gara è già chiusa. Insomma la Juve ottiene il massimo giocando poco e male. Guai a presentarsi così contro il Porto. Li saranno dolori.

Serie A , ,

Informazioni su Furiadicheb

Nato nel 1985 in una italia ancora lontana dalla crisi del 2000, vissuto, per fortuna, lontano da tutte le tecnologie per 15 anni, purtroppo poi hanno invaso anche me e la mia vita. Ora mi ritrovo in questo sistema, marcio, obsoleto, da cui è impossibile liberarsi, quindi cerco di parteciparvi al meglio. Juventino di fede. Nessuna fede politica e religiosa. Ancora alla ricerca di me stesso, chissà se mai lo troverò. Ho valori importanti che non mi servono a nulla. Lavoro ma giusto per guadagnare qualcosa. Credo nell'amore, quello vero, sincero, appassionato, antico, non quello di oggi. Solo l'amore può salvarci. Nient'altro. Adoro gli animali, sono migliori di noi. Meriterebbero di stare da soli e in santa pace su questa pianeta, senza la presenza del virus umanoide che lo sta distruggendo.

Precedente Queste piccole insidie che arrivano allo Stadium Successivo Bonucci-Allegri, il caso inventato, in attesa di Porto-Juventus.