Coppia gay e bambini, siamo sicuri andiamo nella strada giusta?

Da che mondo e mondo il disegno di una famiglia, per un bambino, è questo.
Da che mondo e mondo il disegno di una famiglia, per un bambino, è questo.

Oggi stavo seguendo uno dei tanti talk show politici che danno ogni giorno in tv. Il tema era alquanto importante. Si parlava di Stepchild adoption, si parlava di unioni civili. I soliti ospiti politici e giornalisti tra cui anche un deputato omosessuale che ha adottato un bambino in una nazione estera tramite appunto l’affitto dell’utero materno. E poi c’erano i contraddittori, colore che non erano daccordo a tutto questo. Come ogni talk show politico dovrebbe fare (cosa che invece raramente avviene in Italia).

Quando gli argomenti sono davvero importanti come mio solito seguo con interesse la vicenda. Non voglio convincere nessuno delle mie teorie, non è il mio obbiettivo. Ma parto dall’inizio……

Innanzitutto considero come madre giudicante INAPPELLABILE la natura. Anche perchè quando andiamo contro natura ecco, succedono cose alquanto spiacevoli, guardate il clima, la generale infelicità umana dovuta all’inquinamento, alla tecnologia invasiva ormai delle nostre vite. La natura parla abbastanza chiaro: possono procreare SOLO ED ESCLUSIVAMENTE uomo e donna. Non uomo e uomo o donna e donna. Voglio subito chiarire a scanso di equivoci: non sono nè omofobo nè tantomeno in qualche modo contro l’omosessualità. Anzi, mi fa piacere che ogni nazione permettesse a una coppia gay di unirsi anche legalmente godendone di tutti i diritti come una coppia di eterosessuali. Ma, c’è un ma, la questione diventa diversa quando entrano in scena i bambini, in quel caso la mia opinione cambia radicalmente; sono sempre più convinto che non solo un bambino, secondo natura, può nascere solo da unione di uomo e donna, ma anche che abbia bisogno di crescere in una famiglia composta da uomo e donna. L’omosessualità esiste anche tra gli animali, ma questi come è chiaro e naturale che sia non possono procreare. Questo afferma l’universo delle cose. L’omosessualità è parte della natura umana ma non la famiglia omosessuale con bambini. Inoltre il fenomeno dell’adozione di un bambino da parte di una coppia omosessuale, attraverso la compravendita di una gravidanza, è alquanto orrida e ripugnante. Le coppie gay parlano di “amore” che vogliono dare ad un bambino. Come sempre parola abusata. Dietro questa parola in realtà c’è una forte presunzione di possedere un bimbo e sentirsi genitori come tutti quanti. E’ una maschera in realtà quindi. La parola vera da usare è EGOISMO. L’amore è dare senza avere la pretesa di ricevere qualcosa in cambio. Ecco perchè una coppia di omosessuali vogliono sì dare amore ma pretendono di ricevere in cambio lo status di genitori, di famiglia, di possedere in cambio un figlio da avere in casa per sentirsi completi. Questo vi sembra amore? A me, personalmente no.

Già di per sè, in questa epoca contemporanea, assistiamo al fallimento quasi totale, della famiglia in senso tradizionale. Tanti figli oggi si ritrovano a dover far da spola tra la casa madre e la casa del padre perchè i due si son separati. Già cosi risulta difficile per un figlio crescere in un ambiente sereno. Non pensate inoltre che una coppia gay sia immune a tal problemi, anzi! In aggiunta però, soprattutto se il bambino (come nell’affitto di un utero) è un cucciolo di uomo, la sua crescita psicologica come potrebbe definirsi “normale” e completa? Dove è la figura femminile tra una coppia gay maschile e dove la figura maschile nel caso inverso? Ricordiamo sempre che il cervello umano ha una condivisione di parti sia maschile che femminile, ognuna preponderante per il suo sesso. Ma tutti abbiamo componenti maschili e femminili dentro di noI! Anche questo dovrebbe far riflettere come la natura VOGLIA che un figlio debba crescere in una coppia formata da uomo e donna.

Blog - Diario di Borbo, Italia - Mondo , , ,

Informazioni su Furiadicheb

Nato nel 1985 in una italia ancora lontana dalla crisi del 2000, vissuto, per fortuna, lontano da tutte le tecnologie per 15 anni, purtroppo poi hanno invaso anche me e la mia vita. Ora mi ritrovo in questo sistema, marcio, obsoleto, da cui è impossibile liberarsi, quindi cerco di parteciparvi al meglio. Juventino di fede. Nessuna fede politica e religiosa. Ancora alla ricerca di me stesso, chissà se mai lo troverò. Ho valori importanti che non mi servono a nulla. Lavoro ma giusto per guadagnare qualcosa. Credo nell'amore, quello vero, sincero, appassionato, antico, non quello di oggi. Solo l'amore può salvarci. Nient'altro. Adoro gli animali, sono migliori di noi. Meriterebbero di stare da soli e in santa pace su questa pianeta, senza la presenza del virus umanoide che lo sta distruggendo.

Precedente La ridicola polemica su #Quarto e il Sindaco Rosa Capuozzo. Successivo Coppa Italia Juventus - Inter 3-0, una vecchia signora fenomenale!