Che sofferenza l’estate …..

estate

L’assalto delle zanzare, stanotte sembravano volermi divorare vivo, e penso che in stanza ne avessi in realtà soltanto una. Ho messo subito la piastrina, lei è morta ma la mia stanza puzzava di limone come se avessi spremuto un albero intero. Siamo appena all’inizio, saranno due mesi di sofferenza per chi come me, soffre il caldo. Altro che vacanze e “bella” stagione. Col cavolo! Sono tre mesi di pura agonia! Il sole, il mare, la spiaggia, ma siamo matti?! A sudare tutto il giorno sotto un sole cocente, ma manco morto! Lo trovo cosi stupido. Mettersi ore e ore fermi stesi sulla sabbia per scurirsi la pelle. Possibile l’essere umano sia cosi stupido? Possibile. Io che amo dormire la notte, costretto a fare le 2.00 o le 3.00 perchè il letto prima di quell’orario è un forno, solo poggiandomi rischierei di ustionarmi. Siamo nel 2015 e ancora non sono stati inventati materassi che rimangono sempre freschi. Non parliamo dei cuscini, ogni secondo devi cambiare lato sperando di trovare quel momento di frescura a cui poggiare la tua testolina sofferente e sudata. Quanto è bello l’inverno con le sue notti che arrivano cosi presto! Le 17.00 e già cala la sera, buio pesto, accompagnato da quella gelida ariucola che ti massaggia il corpicino e tu coperto da magioni e cappotto. Fantastico! Non ci voglio pensare, non posso, mi verrebbe il lacrimone a pensare che in questo momento sto sotto un sole a 30 gradi. Il calciomercato italiano, quante stupidaggini. L’estate i media fanno a gara a chi le spara più grosse, solo per vendere qualche copia in più o per essere visitati sul sito. E’ straziante leggere news disparate e totalmente diverse nella stessa giornata rispetto allo stesso giocatore. Questa è l’estate. Tre mesi di pura noia e sofferenza. Voglio l’inverno!

Blog - Diario di Borbo, Morbo Di Crohn

Informazioni su Furiadicheb

Nato nel 1985 in una italia ancora lontana dalla crisi del 2000, vissuto, per fortuna, lontano da tutte le tecnologie per 15 anni, purtroppo poi hanno invaso anche me e la mia vita. Ora mi ritrovo in questo sistema, marcio, obsoleto, da cui è impossibile liberarsi, quindi cerco di parteciparvi al meglio. Juventino di fede. Nessuna fede politica e religiosa. Ancora alla ricerca di me stesso, chissà se mai lo troverò. Ho valori importanti che non mi servono a nulla. Lavoro ma giusto per guadagnare qualcosa. Credo nell'amore, quello vero, sincero, appassionato, antico, non quello di oggi. Solo l'amore può salvarci. Nient'altro. Adoro gli animali, sono migliori di noi. Meriterebbero di stare da soli e in santa pace su questa pianeta, senza la presenza del virus umanoide che lo sta distruggendo.

Precedente Il Morbo di Crohn e la Cannabis: la testimonianza di un giovane in cura. Successivo Ancora in balia della Psoriasi.