Teorie complottistiche, agguati criminali, media corrotti e faziosi che istigano all’odio contro la Juventus. Questo è diventato il calcio italiano e solamente per un motivo: la Juve vince troppo! L’Italia è quel paese dove l’eccellenza non viene ammirata ma viene denigrata dalla mediocrità troppo diffusa per poter assistere alla sua sconfitta quotidiana. Quindi si cercano vie, strade, complotti, scandali fasulli per cercare di annientare moralmente l’elite (composta quasi sempre da pochi individui). E’ insopportabile per gli altri continuare ad assistere a trionfi bianconeri da ogni lato, sul piano sportivo, economico, politico.

E’ un incubo, una sofferenza atroce provarci ogni stagione e rendersi conto che una squadra è sempre lì a fare meglio di te, magari per un anno ti va bene, la Juve sbaglia qualcosa e tu riesci a vincere il trofeo, ma gia l’anno dopo la storia ricomincia, torni a sentirti di nuovo inerme di fronte allo strapotere dirigenziale e sportivo della società bianconera. Sai benissimo sei di fronte a qualcosa di grandioso, finalmente in Italia una società di calcio dimostra di essersi tolta dalla melma mediocre che per anni ottenebra il calcio italiano. C’è un’eccellenza e questo non ti va giù nonostante sai benissimo dovresti prenderne esempio per progredire a tua volta. Invece in Italia non funziona cosi…

Si comincia ad alludere di brogli, si pone il dito ipotizzando e mettendo in discussione la forza altrui (“Siamo sicuri che non c’è qualcosa dietro?” “Non è normale che vincono sempre loro” pensieri ricorrenti). I tifosi di calcio sono come delle sanguisughe mediatiche, dei boccaloni, dei bambinoni che guardano solo ciò che gli dice la mamma, non ascoltano altro. Ma tifosotti sono anche i media italiani, che sono capaci di influenzare un bel 90% del tifo bigotto e dormiente, da qui parte il circolo vizioso del complotto. Ciò che più spaventa è anche la sonnolenza degli addetti ai lavori, guardi la Juve e ti senti incapace, è comprensibile. Cosi si va davanti alle telecamere a lamentarsi, accusare, ipotizzare, il classico disco che in passato ha creato la farsa che stava annientando la Juventus.

I social poi contribuiscono a divulgare notizie, opinioni false, che nella diffusione vengono poi prese per vere solo per comodità. Ammiro quei tifosi della Juventus che provano a controbattere con prove inconfutabili ma è del tutto inutile. Spesso mi trovo a parlare con tifosi anti Juve ed è come parlare ad un muro. Del tutto inutile. Sembra lobotomizzati, ripetono cose scritte dai media e sentite dai loro dirigenti calcistici, dei pappagalli insomma. Il consiglio che posso dare a voi tifosi è di non immischiarvi in queste cose, è un tunnel senza uscita, non risolverete nulla. Avrete solo perso del tempo. Continuate invece ad esaltare la vostra Juve. Siatene sempre più orgogliosi, hanno provato ad eliminarci una volta con uno scandalo fasullo, non ci sono riusciti, state pur certi continueranno a farlo, ritenteranno di nuovo (questione Agnelli-Ndrangheta docet), questa volta rimaniamo sempre con gli occhi aperti e soprattutto non abbiate paura, non fatevi intimidire dall’odio e dalla violenza che c’è contro tutto ciò che è Juventus. Andate avanti, abbiate sempre il coraggio di sostenere il vostro ideale, i fatti incontrovertibili, la Juventus per voi (noi) è la prova che crediamo fortemente in qualcosa, nessuno potrà mai farci cambiare idea.