Siamo di fronte ad un bivio, o la Juventus cambia mentalità e si connette con le altre squadre di livello europeo, oppure sarà l’ennesima stagione di delusione in Champions. Non conta nulla se hai Higuain, se hai Dybala, se hai la BBC in formissima e impenetrabile. La Juventus ha un “gioco” molto, troppo difensivo, in Europa non serve, un gioco difensivo si fonda sul gestire l’eventuale vantaggio, programmare la forza di una squadra su questo punto può andare bene in un campionato come quello italiano, non in Champions League. Nell’ultimo caso vince chi si proietta più volte in avanti e tenta di fare più gol anche rischiando di subirne qualcuno. La storia della competizione (tranne qualche rarissimo caso) è piena di esempi del genere. La stessa Juve commise l’errore di provare a gestire il doppio vantaggio contro il Bayern lo scorso anno. Lo pagò a caro prezzo. Quindi mi chiedo cosa aspetti Allegri a rimodulare il gioco e la mentalità della squadra. Questa Juve non è forte, di più! Ha un parco attaccanti che raramente ha avuto nella sua storia, il centrocampo si è clamorosamente indebolito ma con l’arrivo probabile di Witsel, il quartetto Khedira-Marchisio-Pjanic-Witsel è di tutto rispetto anche a livello europeo.

Foto da Juventus.com