E’ evidente che l’atteggiamento della Juventus tenuto contro il Milan in supercoppa, stoni un poco con gli ultimi cinque anni fatti di trionfi e per carità, anche brucianti sconfitte. Nelle ultime stagione la Juve ha perso altre supercoppe (Doha contro il Napoli), o Coppe Italia eppure non avevo mai registrato un atteggiamento simile. Nelle altre sconfitte la squadra ha sempre lottato ma si è dovuta arrendere a stanchezza fisica, episodi sfavorevoli, o semplicemente l’avversario che in quel momento aveva decisamente impostato meglio la partita. Mai però la Juve aveva mancato l’approccio alla gara, contro il Milan invece è successo, direi quasi come se fossero consapevoli di essere più forti e hanno snobbato partita ed avversario. Sarà solamente stata una mia sensazione eppure che io ricordi non è mai successo nei cinque anni passati. Più che il gioco, più che gli uomini, questa Juve sta dimostrando di avere poca voglia di lottare se non dopo un bel ceffone ricevuto (Inter-Milan-Genoa) poi nel tempo ritorna a viaggiare a ritmi blandi, non è un episodio isolato, questo avviene sin dall’inizio della stagione, non a caso da subito sono sorte le polemiche riguardo al gioco etc… polemiche indirizzate in maniera sbagliata perchè come ho già detto non è il gioco o la manovra il problema, quanto la dinamicità della squadra in totale. Sono lenti, quasi svogliati, pur essendo una delle squadre più fisiche d’Italia e d’Europa, non raramente ha terminato le partite con meno falli degli avversari e meno contrasti vinti, sinonimo di scarso impegno. Sinonimo, a mio avviso, di presunzione esagerata. Bene sapere di essere forti ma non trasformare il tutto in supponenza.