L’odio (non sportivo, non esiste un odio sportivo) che il tifoso medio del Napoli sta diffondendo in questo ultimo periodo, è un brutto segnale. Leggo molti commenti dei tifosi partenopei, tra chi è disinformato e chi ha confusione totale nei suoi scritti, c’è da preoccuparsi, sono mesi e mesi che noi tifosi della Juventus diciamo che questo odio può (e gia lo sta facendo) provocare dei problemi di sicurezza nazionali. I sassi contro il Bus dei ragazzi del Club Doc Juve sono solo l’inizio, spero davvero non succeda nulla nelle prossime due partite della Juve a Napoli. Molti tifosi campani della Juve andranno a vedere e tifare e ammirare la loro squadra del cuore, spero davvero che l’odio partenopeo venga tenuto a bada dalle forse dell’ordine. Purtroppo i tifosi del Napoli si confermano molto manipolabili mentalmente da media locali e mezzi stampa nazionali. C’è un analfabetismo sportivo che crea personalmente disagio. Se non capiranno che il calcio non è come lo intendono loro ma è ben altro, sarà durissima anche nei prossimi anni se la Juve dovesse continuare a primeggiare in Italia.La Juventus oggi è una delle rare eccellenze italiane, mentalità, stile, azienda, competitività con le concorrenze mondiali, dovrebbe essere presa ad esempio per far si di crescere, invece come spesso accade in Italia, l’eccellenza viene denigrata per fare posto alla mediocrità. E’ la storia italica, è un modo di pensare becero che ha costretto al paese al collasso ormai da qualche anno. Gli atteggiamenti nell’ambito sportivo di una grande massa di tifosi non è da sottovalutare, riflettono l’atteggiamento mentale dell’italiano medio verso il paese intero. La questione è molto più seria. Qua non si parla di solo calcio (l’odio che non il calcio non c’entra nulla, se odi una squadra vuol dire che non stai parlando di calcio, vuol dire che hai un serio problema psicologico con te stesso), qua si parla di atteggiamento verso la vita. Il calcio è solo lo strumento con cui si sfoga la propria rabbia e cattiveria per l’impossibilità di emergere nel mondo. L’odio non è la soluzione. Mai. Odio e amore non possono coesistere nella stessa persona, se odi qualcuno o qualcosa non puoi avere dentro di te anche l’amore, l’amore prevarica sempre su tutto, distrugge ogni tossina di odio presente nel corpo. Se provi odio, l’amore di cui tu parli non è amore, è solamente dimostrazione dell’odio sotto la forma di pseudo amore. Ho letto tifosi del Napoli schifati dai comportamenti dei loro “colleghi”. Sono ancora troppo pochi. C’è tanta troppa strada da fare per promuovere una cultura calcistica sana in Italia.